Federazione Italiana Unihockey / Floorball

Federazione Italiana Unihockey / Floorball

L'angolo dell'arbitro pt. 20

Eccoci al ventesimo episodio della nostra rubrica, in collaborazione con FM, che approfondisce il regolamento .
 

Ringraziamo come sempre Roland DeConno Pobitzer, arbitro federale ed internazionale, ed partiamo con le domande.
 

1) Se durante una partita si rompe una stecca, e la pallina è in possesso del giocatore a cui è capitato l'evento, egli può "a stecca rotta" calciare via la palla? Oppure appena la stecca si rompe deve disinteressarsi del gioco ed uscire dal campo? Le parti della stecca, se sono più di una, deve raccoglierle immediatamente ostruendo anche il gioco oppure quest'ultimo viene fermato? 

Un giocatore che non é in possesso della propria stecca, indipendentemente che sia integra o meno, non puó prendere parte al gioco e quindi puó essere sanzionato con una penalitá di due minuti. Il giocatore deve raccogliere tutti i pezzi visibili e portarsi nella sua panchina di riposo. Se i pezzi ostruiscono attivamente il gioco, viene sospeso, e si riprende con un’ingaggio dal punto piú vicino.

 

2) C'è un video su Instagram di due giocatori in contrasto tra loro, e la paletta di uno dei due si apre incastrandosi con quella dell'avversario: in quel caso escono entrambi immediatamente? 

Se la stecca integra non si libera nell’immediato devono uscire entrambe i giocatori, anche perché é nell’interesse delle squadre giocare a linee complete. Attenzione, perché non possono limitarsi a mollare le stecche incastrate a bordocampo e prenderne in consegna un’altra dalla zona di cambio, perché questo porterebbe ad una penalitá di due minuti.
 

3) Una spinta vicino le sponde è da considerarsi sempre un fallo grave? In alcuni campionati, ad esempio nel nostro, spesso si urla al fallo, mentre in altri come quello ceco è quasi un nulla di fatto: qual è la linea giusta? 

Non parlerei solo di linea di arbitraggio. Come dico sempre, la differenza tra il campionato italiano e quelli piú blasonati non é tanto l’uso piú accentuato del corpo, quanto il COME si usa il corpo nel gioco. Una spinta non é sempre sinonimo di fallo. Se due giocatori corrono parallelamente lungo le sponde e uno dei due spinge l’avversario oltre usando le spalle é completamente lecito. Ovviamente non puó trattarsi di un crosscheck, i giocatori devono viaggiare alla stessa altezza e ad una distanza minima. In Italia spesso vedo difensori in ritardo, distanze calcolate male, uso dell’anca al posto delle spalle, frustrazione dovuta a posizionamento sbagliato o in ritardo.

 

4) Con la situazione Covid19 in atto, qualora si dovesse riprendere a giocare, quanti saranno gli ammessi alla lista da gioco? Quanti tra dirigenti e Allenatori potranno essere inseriti?

A quanto avevo captato c’era nell’aria una riduzione degli atleti e degli accompagnatori iscritti al foglio di partita e la riduzione dei tempi di gioco. Di fatto però non è ancora stato deciso nulla, per quanto sono a conoscenza non sono stati presi provvedimenti neanche a livello internazionale. 

A mio parere non avrebbe neanche molto senso, che io abbia 40 o 50 persone chiuse in un palazzetto, l’aria a disposizione è sempre la stessa… giocare all’aria aperta potrebbe essere più vantaggioso, ma sappiamo però che è poco praticabile. Tornare a giocare il più presto possibile sarebbe un grande sollievo per i ragazzi, ma questa è una mia opinione personale. Trovare delle regole sensate per giocare in sicurezza, il mio auspicio.
 

5) Quando nel tiro di un attaccante la palla si ferma sopra la rete della porta, di chi è la pallina e come si riprende il gioco?

Di norma se ne impossessa il portiere nell’immediato. Non dovesse essere il caso, e quindi la pallina risultasse ingiocabile, si riprenderebbe con un ingaggio dal punto più vicino. 
 

6) se durante un rigore l'attaccante si mette di spalle ed il portiere per spazzare la pallina prende il giocatore, e successivamente anche la pallina, cosa succede?
Se dovesse essere fallo da cartellino rosso, il rigore si ripeterebbe? E chi va in porta, se appunto Il portiere è stato espulso? 

Ho visto un video a riguardo, e la situazione profilata a mio parere è molto chiara. Bisogna sempre intuire la volontà del portiere, ma se per prendere la pallina falcia il giocatore diventa un chiaro fallo e il rigore va ripetuto. Ovviamente la penalità per il portiere viene definita come da regolamento. Se dovesse essere comminata una penalità di 5 minuti o addirittura personale (cartellino rosso) la squadra ha a disposizione tre minuti di tempo per sostituire il portiere reo del fallo.

 

Ringraziamo Roland per la disponibilità, e lo aspettiamo con le prossime domande.

Per tutti i vostri quesiti potete scrivere a comunicazione@fiuf.it e floorballmania@gmail.com

Sponsor

eFloorball.it
Gems
SITEC
Fat Pipe