Federazione Italiana Unihockey / Floorball

Federazione Italiana Unihockey / Floorball

Conclusi i Mondiali Femminili Under19

Italia conquista il 13° posto, Svezia campione del Mondo

Italia chiude i Mondiali al 13° posto i Mondiali Femminili Under19 di Floorball disputati a Katowice in Polonia dopo due vittorie e due sconfitte. Un risultato importante considerando che è dal 2010 che una squadra italiana non finisce tra i primi quindici.

Le Azzurrine hanno giocato quattro partite combattute, affrontando le avversarie con grinta e determinazione e senza mai rinunciare al fare il proprio gioco. Hanno guadagnato il rispetto delle altre squadre ed i risultati raggiunti da queste giovani promette molto bene per il futuro.

“È stato un mondiale molto positivo per le nostre Azzurrine. Una conferma dell’ottima prestazione alle qualifiche in Estonia l’anno scorso, hanno continuato a divertirsi ed a divertire. Le ragazze hanno interpretato alla grande le direttive dello Staff, hanno espresso un bel gioco entrando in campo con grinta e coraggio. Il 13 posto nel ranking mondiale dopo le due sconfitte di misura contro Ungheria e Nuova Zelanda e le vittorie contro Canada e Austria, segnano una traccia indelebile sul quale continuare a lavorare.", si esprime soddisfatto l’Head Coach Dario Falchi.

La Svezia torna ad essere campioni del mondo dopo aver battuto ai rigori la Rep. Ceca che è riuscita a recuperare lo svantaggio 1 a 4.  

La classifica finale di questi Mondiali:
1.   Svezia
2.   Rep. Ceca
3.   Finlandia
4.   Svizzera
5.   Slovacchia
6.   Polonia
7.   Norvegia
8.   Lettonia
9.   Germania
10. Ungheria

11. Danimarca
12. Nuova Zelanda
13. Italia
14. Austria

15. Australia
16. Canada


UNGHERIA - ITALIA

Ungheria segna il primo gol in power play dopo 5’ ed a 08:42 hanno la possibilità di raddoppiare ma Elena Beccia para il rigore di Lelovics. Nel primo periodo le linee faticano a bloccare Nora Lelovics ed a rendersi pericolose davanti e si va all’intervallo su 4-1 per Ungheria.

Dopo alcuni cambi tattici Italia comincia ad accorciare le distanze nel secondo periodo con Chiara Taini che completa la sua tripletta.

Il terzo periodo è pieno di emozioni e gol con le nostre che non mollano. A 44:27 Daria Leu realizza il gol del 6-5 in inferiorità numerica, ma le ungheresi riescono sempre a trovare una risposta immediata. Le Azzurrine continuano a stare un gol sotto fino al 49° minuto quando l’Ungheria realizza quattro gol in solo tre minuti. Le magiare portano a casa la vittoria grazie ai 9 gol del loro capitano Nora Lelovics.

Risultato finale: 12 – 8 (4-1, 1-2, 7-5)

MVP: Roberta Olshov

 

NUOVA ZELANDA - ITALIA

Inizio partita molto equilibrato con le due squadre che si studiano. Il capitano avversario sblocca il risultato a 11:59, ma a fine del primo tempo è Chiara Taini a trovare il pareggio su assist di Cavaldesi.

Nel secondo periodo comincia essere sempre più difficile mantenere i passi delle avversarie che sono molto veloci e che non concedono molti spazi alle nostre. A metà partita passano di nuovo in vantaggio e prima dell’intervallano allungano con altri due gol.

Le nostre non si danno per vinte ed a 42:44 Marta Pelliccioni accorcia le distanze su assist di Olshov. Grazie alla loro velocità le avversarie riescono bene a bloccare le nostre azioni ed a 52:55 trovano il l’importante gol del 5 a 2. Primo del fischio finale arrivano altri due gol, uno per ogni squadra, e la partita finisce 6 a 3.

Risultato finale: 6 – 3 (1-1, 3-0, 2-2)

MVP: Chiara Taini

 

ITALIA – CANADA

Italia inizia la partita molto bene creando molto gioco e tante occasioni. Le avversarie riescono a difendere la porta e la partita trova un nuovo equilibrio. A 13:04 passano in vantaggio su rigore edue minuti dopo riescono a raddoppiare.

Le Azzurrine non demordono e nei primi 5’ del secondo periodo realizzano due gol che porta la partita in pareggio. A 34:32 le nostre sfruttano un power play per passare in vantaggio ed a 38:21 è Chiara Taini a segnare il gol del 4 a 2 su assist di Cavaldesi.

Ad inizio del terzo periodo subiamo un gol ma la partita rimane sotto controllo ed a 50:23 arriva l’importante gol del 5 a 3 realizzato da Marta Pelliccioni su assist di Olshov.

Brividi finali con l’ultimo minuto giocato in 3 contro 5, ma grazie ad un grandissimo lavoro di sacrificio riescono a difendere la porta azzurra. Memorabile lo sprint di recupero pallina di Daria Leu che riesce a guadagnare importantissimi secondi.

Risultato finale: 5 – 3 (0-2, 4-0, 1-1)

MVP: Marta Pelliccioni

 

AUSTRIA - ITALIA

Nei quattro incontri nel passato è sempre stata l’Austria ad avere il meglio, ma questa volta si capisce presto che la musica è cambiata. Le austriache realizzano il primo gol ma le Azzurrine rispondono prontamente con un gol di Daria Leu su assist di Taini.

Un secondo periodo tutto azzurro con Elena Leu che segna il suo primo gol a 23:14. Nella seconda metà del periodo arrivano altri due gol azzurri realizzati da Chiara Taini (assist di D.Leu) e Elena Leu

L’ottima difesa azzurra continua a respingere gli attacchi avversari e la squadra mantiene il pieno controllo della partita. A 57:51 arriva il gol del 5 a 1 di Chiara Taini che assicura il 13° posto in questi mondiali.

Risultato finale: 1 – 5 (1-1, 0-3, 0-1)

MVP: Daria Leu

Sponsor

eFloorball.it
Gems
SITEC
Fat Pipe